fbpx
Stiamo caricando

Gianina Cărbunariu cura il nuovo corso di specializzazione di ERT

“Se dovessi dire in poche parole qualcosa a proposito del mio lavoro, comincerei dicendo che, anche se vengo spesso riconosciuta come regista di teatro-documentario, questa definizione non mi appartiene: lavoro sul confine tra realtà e finzione e le ricerche che svolgo (dalle interviste allo studio negli archivi, alle suggestioni di un articolo o altro) sono solo un punto di partenza. Successivamente trascorro infatti molto tempo con il team artistico (improvvisazioni, discussioni, ecc..), con l’obiettivo di creare un mondo artefatto sulla scena, partendo dal nostro incontro con il mondo reale”.

Perfezionamento: attore internazionale della comunità (Work in Progress)

Operazione Rif. PA 2017-7799/RER approvata con DGR 1225/2017 del 02/08/2017 co-finanziata dal Fondo sociale europeo PO 2014-2020 Regione Emilia-Romagna.

Il percorso formativo intende sviluppare, attraverso il linguaggio del teatro, quanto emergerà da interviste realizzate nella città di Modena sul tema del lavoro: le condizioni di lavoro oggi, il valore del lavoro, i colloqui di lavoro, il tempo libero, le interazioni tra colleghi negli spazi comuni, i lavoratori “invisibili”, la competizione, la solidarietà o la mancanza di solidarietà, i sogni e gli abusi, l’evoluzione del concetto di “lavoro” negli ultimi decenni, i mestieri scomparsi, le nuove tipologie di lavoro, il precariato e le sue conseguenze, speranze e paure per il futuro.
Il processo inizierà con discussioni e improvvisazioni con gli allievi attori intorno al tema. Un elenco di domande sarà redatto insieme a tutti i partecipanti, fungendo poi da base per le interviste. Le domande cercheranno di aprire una discussione più ampia: come il nostro lavoro oggi ci definisce e in quali modi si traduce la nostra partecipazione alla sfera pubblica.
Ogni partecipante avrà l’incarico di realizzare 7 interviste con persone che lavorano in diversi campi, con differenti background, di età diversa. Le interviste saranno registrate e successivamente trascritte e presentate a tutto il gruppo di partecipanti. Si procederà poi a discutere il materiale, a selezionare le situazioni più interessanti e a improvvisare sul materiale selezionato.  Il lavoro sul testo si ispirerà alle storie delle persone incontrate durante le interviste e anche al modo in cui il gruppo reagirà a questo tema. Allo stesso tempo, andremo in cerca di modi di creare e recitare come gruppo, contemporaneamente interrogandoci sul nostro lavoro di artisti oggi. Lo scenografo e artista visivo rumeno Mihai Păcurar prenderà parte al processo e – ispirato dai materiali selezionati, dalle improvvisazioni e dalle discussioni – immaginerà lo spazio scenico dello spettacolo finale. Al termine del percorso, il testo sarà da me scritto coinvolgendo in modo paritario tutti i partecipanti. Approfondire il concetto di lavoro oggi in una città europea è in realtà un modo per riflettere sulla nostra personale relazione con il lavoro e con il pubblico a cui intendiamo rivolgerci.
Il titolo del corso, Work in Progress, deriva dal nostro intento di iniziare senza un testo già scritto, ma soltanto con un tema per riflettere e ricercare. Esso intende essere anche un invito a discutere, a cercare di indagare i differenti aspetti della percezione del lavoro nella nostra società: come mezzo di sostentamento, come fardello, come modo di soddisfare il nostro desiderio di essere e costruire qualcosa insieme? E, ancora, in quale modo ci definisce come individui e anche come membri di un gruppo più ampio? Durante il processo formativo definiremo il titolo dello spettacolo esito del corso.

Gianina Cărbunariu

Biografia

Nata nel 1977 è una regista e drammaturga rumena. Neodirettrice del Teatrul TIneretului di Piatra-Neamț (Romania), lavora anche come free lance e co-produttore con le sue associazioni dramaAcum (dal 2005 al 2012) e Piese Refractare (dal 2016). Molte delle sue performance sono state co-prodotte o prodotte da: Odeon Theatre di Bucarest, National Theatre di Sibiu, International Festival di Nitra, Festival d’Avignon e Théâtre National de Bruxelles.

 

Partecipazione festival e tournée internazionali

Partecipazioni nei festival e tournée internazionali, tra gli altri: New Plays da Wiesbaden, Wiener Festwochen, Festival d’Avignon, LIFT London, HAU Berlin, Liege International Festival, Théâtre National de Bruxelles, Abadia Madrid, CND Madrid, Valladolid International festival, Wrolclav Dialog Festival, New Drama Moscow, TransAmerique Festival in Montreal, New Drama Budapest, Premiere Festival Strasbourg, Nitra International Festival.

Spettacoli

Spettacoli recenti: Artists Talk, prodotto da Arcub e coprodotto da Piese Refractare, in nomination come Miglior spettacolo dell’anno (National Theatre Artists in Romania Awards – UNITER); Vorbiți Tăcere?/Sprechen Sie Schweigen? e Ordinary People, entrambi prodotti dal National Theatre in Sibiu; For Sale, prodotto dall’Odeon Theatre Bucharest e premiato come Miglior spettacolo dell’anno nel 2015 da UNITER; Tipografic Majuscul, prodotto da dramAcum all’Odeon Theatre Bucharest; Sold Out, prodotto da Kammerspiele Theatre Munich.

Testi

I suoi testi sono stati tradotti in 15 lingue diverse e messi in scena da altri registi in molti teatri d’Europa, come: Royal Court London, Schaubühne Berlin, Kammerspiele Munich, Royal Dramatic Theatre Stockholm e anche in Canada, Stati Uniti, Giappone, Israele, Turchia, Cile. I suoi testi sono stati pubblicati, tra gli altri, da Acts Sud – Parigi, Oberon Books – Londra, Dialog Theatre Review – Polonia.

Le regie di Gianina Cărbunariu