Stiamo caricando

Scuola di Ata Formazione Santa Estasi - diretta da Antonio Latella


Settembre 2015 / Giugno 2016
La Scuola di Ata Formazione Santa Estasi, diretta da Antonio Latella, realizzata nella stagione 2015-2016, ha portato alla realizzazione di 8 spettacoli riuniti sotto il titolo unico Santa estasi – Atridi: otto ritratti di famiglia, un poderoso lavoro che ha superato ogni aspettativa imponendosi come opera compiuta, gravida di idee, di istanze di ricerca e di energia sapientemente domata, e come tale è stato riconosciuto in modo unanime da critica e pubblico.
Vera rivelazione dell’ultima stagione teatrale italiana, vincitore del Premio Ubu 2016 per le categorie “Spettacolo dell’anno” e “Nuovo attore, attrice o performer (under 35)” assegnato all’intero cast, Santa Estasi è un progetto sui generis, in cui si concentrano passato e futuro della scena.
Antonio Latella, uno dei registi più incalzanti della scena internazionale contemporanea – chiamato da ERT a dirigere il corso – si è posto come maieuta senza risparmiarsi in dedizione e ispirazione, in linea con quello che è il suo approccio in sede di produzione tout court. Con la messa a punto di un linguaggio nuovo, fatto di disinvoltura attoriale e drammaturgica, di coralità e di illuminazione, ha attraversato il mito nelle sue pieghe più buie, restituendogli nuovi gradi di corporeità.
La materia di lavoro che si è offerta all’artista e al suo nucleo stabile di autori – Federico Bellini e Linda Dalisi – si è fatta elemento scottante nelle loro mani come nei corpi e nei testi dei giovani allievi attori e drammaturghi, rivelando quel legame mai scisso con un mondo antico che attende nei secoli di essere sempre e sempre riscoperto.
Il progetto è stato presentato alla città di Modena anche sotto forma di maratona: una vera e propria esperienza del teatro, capace di portare attori e spettatori a condividere in modo speciale la dimensione dell’immaginario, attraverso un lungo sostare nell’atto, un entrare e uscire da esso, che fa del tempo scenico e del linguaggio che lo forgia la sperimentazione di una realtà altra.
Antonio Latella ha condotto gli allievi attori a una totale comprensione del processo creativo e portato artisti e pubblico ad attraversare un’idea di comunione tra teatro e città, capace di rendere partecipe il cittadino nella sua dimensione ancestrale.
Gli spettacoli sono stati presentati al Teatro delle Passioni di Modena per 8 settimane, dal 19 aprile al 12 giugno 2016. Sono state inoltre programmate due maratone, in cui gli spettacoli sono stati presentati consecutivamente nell’arco di due giornate (14 e 15 maggio 2016) e senza soluzione di continuità dal pomeriggio al mattino seguente (11 e 12 giugno 2016).
Santa Estasi. Atridi: otto ritratti di famiglia è stato presentato dal 19 al 26 luglio nell’ambito della 71° edizione del Festival di Avignone, dove è andato in scena in forma di maratona (circa nove ore), declinata su due giornate consecutive (19 e 20, 22 e 23, 25 e 26 luglio) e allestito presso il Liceo Mystral di Avignone. Sarà inoltre presentato al Piccolo Teatro di Milano nel maggio 2018.