Stiamo caricando

Chi siamo

La Scuola di Teatro Iolanda Gazzerro – laboratorio permanente per l’attore, diretta da Claudio Longhi, nasce con l’obiettivo di formare interpreti internazionali, forti di una tradizione scenica nazionale, capaci di affrontare anche mondi teatrali diversi senza rinunciare alla propria identità.

In armonia con la sua consolidata vocazione all’internazionalizzazione, con la sua spiccata sensibilità per il contemporaneo e con l’attenzione che da anni accorda ai processi di ridefinizione della prassi registica, così come alla sperimentazione sul sistema di relazioni intercorrenti tra il teatro e la sua comunità di riferimento alla ricerca di strategie efficaci per la costruzione di un pubblico “nuovo”, Emilia Romagna Teatro Fondazione propone un impianto progettuale che possa collocarsi entro un processo di lunga durata, articolato in più percorsi e livelli, che partano dai fondamenti della prassi attoriale e, attraversando la dimensione dell’allievo e dell’attore internazionale, portino a un livello di perfezionamento in grado di permettere un pieno inserimento e una permanenza qualificata nel mercato del lavoro teatrale, con conoscenze e capacità atte a incidere nei processi di innovazione e qualificazione del sistema produttivo attuale.

I percorsi di formazione attivati dalla Scuola dalla stagione 2016/2017 hanno ottenuto il sostegno della Regione Emilia Romagna (Operazione Rif. PA 2015-4815/RER approvata con DGR 118/2016 del 9/02/2016 e Operazione Rif. PA 2017-7799/RER approvata con DGR 1225/2017 del 02/08/2017 co-finanziate dal Fondo sociale europeo PO 2014-2020 Regione Emilia-Romagna).

Il finanziamento regionale consente di fornire un servizio gratuito per gli allievi, selezionati tramite bando pubblico (oltre 300 le domande di accesso al corso Fondamenti di pratiche attoriali 2016/17).

Il corpo docente è composto da professionisti di chiara fama, italiani e provenienti da teatri e scuole di teatro internazionali.

I corsi sono realizzati in partenariato con Alma Mater Studiorum – Università di Bologna, Fondazione Cineteca di Bologna, Fondazione Collegio S. Carlo di Modena e Fondazione Teatro Comunale di Modena.